Italia… 1? No 7!

L’era del digitale è ormai alle porte, la televisione non sarà più come prima, avremo moltissime offerte in più e bla bla bla (la pubblicità sul digitale mi ha già stracciato i maroni)… ma siamo sicuri che ce ne sia veramente bisogno? Siamo sicuri che già così la televisione non offra un’ampia scelta e un’alta qualità? Vorrei infatti sottoporre alla vostra attenzione un’emittente (più o meno nazionale) che da anni cerca di contrapporsi al dominio di mediaset e rai: ovviamente ITALIA 7 GOLD.
Forse questo sarà il primo di molti post su questa meravigliosa emittente che fin dagli albori della mia pubertà ha accompagnato la mia crescita di uomo ma soprattutto di maniaco. E’ senza dubbio il canale a cui sono maggiormente affezionato e che mi ha regalato molte più soddisfazioni di tutte le donne che ho spupazzato (almeno italia7 non mi ha mai denunciato… per ora…). Ci sarebbero molte cose di cui parlare a riguardo (a cominciare dal suo televideo che è purtroppo cambiato ma che fino a poco tempo fa si presentava con tre quarti di pagina rosso sesso…), ma quest’oggi vorrei parlarvi di alcuni meravigliosi film che vengono sistematicamente trasmessi.

Il primo, che aveva attirato la mia attenzione in una tarda ora di una fredda notte invernale, è “L’ultima seduzione”. Ve ne descrivo solo l’incipit tanto per stuzzicare la vostra gola (e sottolineo che non si tratta di un porno, non vorrei rimaneste delusi): una donna molto seducente, con atteggiamento da mangia uomini, entra in un tipico bar americano con tavolo da biliardo e frequentato da zoticoni allupati. La signorina prende da bere e si siede, ma non può ovviamente sperare di passare inosservata a quel branco di assatanati che si sarebbero eccitati anche vedendo entrare lei. Infatti in pochissimo tempo arriva lo scemetto di turno che va a provarci, ma si scontra con l’impassibilità della donna che lo caccia via malamente. Il pivellino con tristezza si alza e fa per andarsene giocandosi l’ultima carta per non andare in bianco per l’ennesima volta consecutiva: “guarda che ce l’ho come quello di un cavallo”. A queste parole magiche la signorina, che si rivela una maialona, lo trattiene, gli tira giù la zip, gli infila una mano proprio lì, ravana per bene il gingillo, estrae la mano, la annusa ed esclama: “perlomeno l’igiene è buona”. Da questo momento iniziano così delle scene di sesso sfrenato tra i due e la storia può cominciare…
Il secondo film che voglio porre alla vostra cortese attenzione è “Le dolci zie”. Come potete osservare il morandini non eccede nella valutazione di questo film, attribuendogli una sola stella, nonostante ci siano tutte le premesse per un filmone (ditemi che non vi eccita l’idea delle tre zie zozze che se la spassano con il nipotino). Devo confessare di aver purtroppo visto poche scene di questo film, ma per le poche che ho visto ne valeva la pena: memorabile una corsa di una tettona a seno ignudo con un ballonzolio a rallentatore di tutto quel popò di roba.
Dulcis in fundo “Ossessione fatale”:

Regista del film il mitico Joe D’Amato (leggete perché ne vale la pena, una carriera fantastica!). Protagonista un’insospettabile Carmen di Pietro prima dell’esplosione della tetta. La trama è quanto di meglio ci si possa attendere dalla genialità di Joe, l’incarnazione della massima fantasia erotica di ogni uomo (dagli 0 ai 99 anni, come i giochi in scatola): essere imprigionato da una figona che ti schiavizza usandoti notte e giorno come giochino sessuale. La trama del film è infatti proprio questa: la bella Carmen (che ai tempi devo dire… poppe e culo very good) ammanetta al letto il fortunato (che l’aveva violentata in casa sua la notte prima) e ogni santo giorno ci fa un po’ di zompa zompa sopra.

Annunci

3 Risposte

  1. Imperdibili! Non vorrei sembrarti impertinente ma, considerato il colore dei link e, sopratutto, considerato il vezzo sessuoso del nostro imperatore, il colore del sesso, ormai, è l’azzurro, nella tonalità “azzurro silvio” 😉

  2. Hai pienamente ragione giraffa! Infatti quei furboni di italia 7 ora hanno un televideo con metà pagina azzurro silvio! I tempi cambiano e chi non sta al passo è perduto (certo che mi piaceva un sacco il televideo rosso sesso!)

  3. […] Posted on Agosto 30, 2009 by ippaso Uno dei miei primi post è stato proprio su Italia 7 e i suoi meravigliosi film trash. In quel post feci cenno anche al suo fantasmagorico televideo […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: