Breve guida sulla coltura dei piselli odorosi

Il presente articolo è composto esclusivamente da citazioni tratte da la “Compagnia del Giardino”, in particolare dall’articolo sulla Coltivazione del pisello odoroso. I miei commenti sono segnalati da appositi box gialli.

Mi riesce difficile scrivere dei piselli odorosi (Lathyrus odoratus) senza emozionarmi profondamente. Ogni volta devo cercare di contenere espressioni di esultanza nella descrizione della loro bellezza, o di passione per la loro mansuetudine, per i loro colori deliziosi e il profumo mielato.

Buongustaia… se ti interessa il mio è molto odoroso.

Ma se siete arrivati a questa pagina vuol dire che piacciono anche a voi,

Effettivamente ho raggiunto la tua pagina cercando su google “ho il pisello odoroso per colpa della formaggia” ma da qui a dire che la cosa mi piaccia…

La coltura dei piselli odorosi non è difficile, ma è insidiosa, e richiede cure e attenzione durante tutto in corso dell’anno.

Preparazione del terreno

Il terreno deve essere lavorato preferibilmente con un certo anticipo, incorporando letame maturo o stallatico pellettato, inoltre deve essere aggiunto un concime chimico a base di fosforo e potassio per favorire la fioritura.

Io sapevo che alle donne piacesse cospargerlo di panna, al massimo di nutella… ma che si usasse pure il letame maturo mi è nuova.

Fondamentale è il drenaggio, che dovrà essere eccellente.
I piselli odorosi amano molto avere le radici ben umide, ma contemporaneamente odiano il ristagno d’acqua, che li condurrebbe a morte.

Esposizione

L’esposizione dovrà rigorosamente essere in pieno sole.

Non so, non mi è mai piaciuto troppo mostrare il mio pisello odoroso alla gente, sono uno riservato, io.

Svernamento e protezione dalle avversità

A germinazione avvenuta la prima cosa che dovrete offrire alle plantule è un sostegno per arrampicarsi, che va dato appena la pianta ha un’altezza di 5 cm, poiché altrimenti stenterebbe a crescere e si accascerebbe per terra diventando preda delle lumache.

Fattelo dire, ma il tuo uomo è un mollaccione!

Se vivete in zone a clima mite non sarà necessaria alcuna protezione invernale, al massimo una copertura provvisoria durante le burrasche di maestrale.

No, ragazzi non fidatevi, non ascoltate il papa: usate sempre le protezioni necessarie.


Cura e mantenimento

Le irrigazioni dovranno essere quotidiane ed abbondanti.

Questo mi piace!

Annunci

4 Risposte

  1. Sono l’autrice dell’articolo…ma confesso che il tuo è meglio!
    Bravo, “less is more”.

    • Oh! Ma son contentissimo di avere qui sul blog l’autrice originale di “la coltivazione del pisello odoroso”!

      Devo farti i miei più vivi complimenti: con l’articolo avevi già dimostrato preparazione e grande passione per il giardinaggio. Nel commento invece leggo anche tanta tanta simpatia.

      Non sono un gran giardiniere… ma verrò senz’altro a leggere un po’ di tuoi articoli… e non preoccuparti: non “reinterpreterò” pure quelli! 😛

  2. Ah, se li fai così simpatici ti lascio libertà d’azione. Però avvertimi così ti linko sul mio blog! 😉

  3. […] under Personale | Tag: pale al vento, pisello, pisello odoroso, zozzerie | Leave a Comment  Questo ve lo dovete leggere E’ da morire dal ridere. Per fortuna che c’è ancora in giro chi ha il senso […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: