La terza verità sul signoraggio

Il signoraggio è il privilegio in termini di guadagni economici che ottiene chi emette denaro. Tanto tempo fa per produrre una moneta il signorotto doveva utilizzare una quantità d’oro (o argento, o altro metallo) pari al valore della moneta stessa. Ora non c’è più bisogno di far ciò. Insomma l’euro non è fatto d’oro. La Banca Centrale Europea (BCE) per produrre un euro non ha dovuto usare una quantità d’oro del valore di un euro, ma un misero materiale qualunque che varrà sì e no pochi centesimi.

Partendo da questa considerazione i complottisti si sono sbizzarriti in una teoria meravigliosa che su internet spopola alla grande:

La BCE produce una banconota da 100 euro spendendo 10 centesimi in materiale (insomma… è carta!) e la immette sul mercato: ha un guadagno netto di 99,90 euro!

Ci sono moltissimi propugnatori di questa teoria: http://www.signoraggio.it/, http://www.signoraggio.info/, …

I difensori della banca centrale invece rispondono così:

Quando la BCE emette banconote (e/o monete) e le consegna alle banche, questa riceve in cambio obbligazioni e titoli per un importo pari al valore delle banconote consegnate. Quindi apparentemente la BCE per ogni 100 euro che consegna ne guadagna altrettanti, ma le obbligazioni hanno una scadenza, al termine della quale le banche si riprendono i titoli restituendo le banconote-carta straccia. Il signoraggio esiste, e consiste semplicemente negli interessi maturati dalle obbligazioni (che ovviamente fruttano, a differenza delle banconote). I ricavi del signoraggio vengono comunque ripartiti tra i vari stati europei, quindi tornano al popolo.

La seconda interpretazione sembra convincere anche perchè apparentemente questo signoraggio sottrae soldi alle banche per distribuirli al popolo.

Ma c’è una terza verità che nessuno ha mai avuto il coraggio di ammettere.

Il signoraggio si realizza anche in un altro modo. Ve lo illustro: cosa succede se io perdo delle monete o se mi finiscono in un tombino? Succede che la BCE ha ricevuto titoli del valore pari a quelle monete, che però non gli torneranno mai indietro. Un guadagno netto! In realtà ad ogni moneta persa che nessuno più ritroverà corrisponde un guadagno per la BCE: è come se loro si ritrovassero automaticamente in tasca tutte le monete perse in Europa!

E allora? Direte voi poca roba. Beh, ci stavo pensando l’altro giorno quando mi han dato per resto al bar un sacco di monetine da 1 e da 2 centesimi. Cacchio, riceviamo ogni giorno centesimi di resto, ma non li usiamo mai per pagare. Perchè? Perchè li perdiamo! Se consideriamo che in Europa ci sono centinaia di milioni di persone che perdono quotidianamente monetine, l’affare è fatto.

Il complotto si articola in 4 punti chiari:

1) Le monetine di rame: La BCE immette sul mercato tantissime monete da 1-2 centesimi. Sono insignificanti, mimetiche, le perdi facilmente, e a volte anche se ne vedi una a terra, magari in un luogo complicato da raggiungere, non ti fermi neanche a raccoglierla.

2) L’euro e il 2 euro: non sono banconote, ma monete. L’unico motivo di questa scelta è che le banconote sono troppo difficili da perdere! Esiste un altro motivo per questa assurda scelta?

3) I prezzi dei Supermercati: vi siete mai chiesti come mai al supermercato il pane costi 1,99 euro, la carne 5,99 euro, il prosciutto 16,99 euro? Non dite per questioni di marketing o perchè 1,99 euro attira più di 2 euro. Non ci casca più nessuno. Lo fanno solo per sbolognarvi monete che voi perderete!

4) Avete presente i tizi che campano con le monetine che recuperano dalla Fontana di Trevi? Immaginate che la BCE abbia un appalto automatico per il recupero monete – senza spender niente – da tutti i tombini d’Europa, i pozzi dei desideri – quelli veri – da fiumi laghi e chi più ne ha più ne metta!

Ragazzi, d’ora in poi freghiamo il sistema. Se trovate monete a terra, anche in posti inculati, fermatevi e fate di tutto per raccoglierle!

Annunci

2 Risposte

  1. ippaso… è meglio che lasci perdere certi argomenti, finisce poi che scopri cose che non si dovevano scoprire e dici cose che non andavano dette… presto ti cercheranno dei tizi vestiti di nero per ucciderti… e mi toccherà venderti per quattro soldi…

    • mi spiace, Indio, arrivi tardi… ieri dei tizi in nero mi hanno offerto un milione in monetine da 1 e 2 centesimi per rivelare il nascondiglio segreto di Ippaso; non ho saputo dirgli di no, visti i prezzi del rame!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: