Una febbre porca

L’influenza suina, ormai ribattezzata influenza A dai non esperti (gli esperti la chiamano febbre porca) è ormai alle porte. I Governi stan già preparando i vaccini per controllare le nostre menti e, è brutto dirlo ma è così, stan già facendo i conti di quanti cittadini moriranno.

In Italia si sono cimentati in queste macabre scommesse il ministro del lavoro Sacconi e il suo vice Fazio (Sacconi non fa un cazzo dalla mattina alla sera e Fazio lo aiuta). I due, coppia perfetta e collaudata degna delle peggiori battute di Gianni e Pinotto, hanno dichiarato che questa influenza mieterà ancora meno vittime di quella solita stagionale. Infatti il tasso di mortalità si fermerà allo 0,4 per mille.

A fronte di 3, 4 milioni di contagiati attesi (se le cose vanno bene) “ci sarano forse un migliaio di morti”.

Il tasso di mortalità delle normali influenze invece è più del doppio, l’1 per mille. Ma come ha fatto i conti Sacconi?

Facile: al 6 luglio c’erano 94.512 casi di contagi e 429 morti, e facendo il rapporto… 0,45%.

Ministro Sacconi e Viceministro Fazio, la mortalità è dello 0,45 per cento, non dello 0,4 per mille! Dieci volte superiore a quanto avete detto voi!

Ma i due non si fermano qui. In particolare Fazio, convinto dell’innoquità della febbre suina invita il Popolo Italiano a fare viaggi all’estero e anzi, addirittura afferma

se si trattasse di mio figlio lo lascerei partire. È una forma leggera, meglio prenderla subito.

Questo vice-ministro saggio, matematico esperto e padre esemplare consiglia al figlio di andare a contrarre la febbre suina! Magari inchiappettare un maiale messicano appena deceduto può essere una strategia vincente… chissà se glielo avrà consigliato.

In tutta risposta la dottoressa Jean-Marie Cohen, coordinatrice nazionale francese dei gruppi di osservazione per l’influenza suina risponde:

Contrarre deliberatamente il virus? Francamente non lo farei per me né per la mia famiglia.

Se prendere la malattia è una cura, accettiamo di correre il rischio di morire?

Evidentemente la sciura Maria Cohen era preoccupata che gli italiani potessero seguire i consigli del Ministero del Lavoro, fonte che si presuppone autoritaria e affidabile.

Non sa la sciura Maria Cohen che qui in Italia forse siamo a rischio influenza suina, ma contro l’influenza del Governo e le sue vaccate siamo ormai vaccinati da molto tempo.

Annunci

3 Risposte

  1. Be’, comodo usare il figlio come cavia, perchè Fazio non ha detto “ora, cari italiani, vado a prendermi l’influenza maiala e torno”??!

  2. “Magari inchiappettare un maiale messicano appena deceduto può essere una strategia vincente”

    ahahaha!
    ho già comprato i biglietti per il messico… si va?!!!!! 😀

  3. al di là delle fesserie matematiche dei ministri secondo me stiamo esagerando col panico…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: