PD: una rivoluzione italiana.

Il Partito Comunista in Italia è morto, parliamoci chiaro. Non esiste quasi più. Le uniche forze italiane di sinistra di governo sono il PD e l’Italia dei Valori, che di sinistra non hanno quasi niente.

Il Partito Comunista è morto in quanto partito di governo capitalista. La gente ha smesso di votarli quando si è resa conto che anche loro tutto sommato sono uguali agli altri, troppo simili nelle strategie di partito, nel modo di sedersi sulla poltrona, di aggrapparsi ad essa e da lì fare promesse…

Adesso se volete potete votare PD o Italia dei Valori. O magari Silvio. A voi potrà sembrare assurdo, ma questo è il segno di una imminente rivoluzione. Tutto questo infatti ricorda un po’ quel che successe in Russia nel 1917 o anche in Chile nella seconda metà degli anni ’60.

C’erano tantissime sommosse nel Paese, nel ’17, e c’era la Guerra. Un freddissimo giorno di febbraio (le temperature quell’inverno toccarono i -40°) i dimostranti occuparono la Duma: iniziò la Rivoluzione. Kerensky, un giovane socialista moderato e massonico, membro della Duma, si mise a capo dei rivoluzionari. Di lì a poco lo Zar Nicola abdicò in favore del fratello Michele. Il fratello Michele abdicò a sua volta in favore della Repubblica. Kerensky fu prima ministro della guerra e poi anche capo di stato.

L’Europa intera gioì di questa ondata di novità: il re ha abdicato, è stata instaurata la Repubblica, Kerensky è un moderato molto simile agli altri capi di stato europei… che c’è di meglio? Nel frattempo poteva finalmente rientrare in Patria, sul celeberrimo vagone piombato, Lenin al grido di tutto il potere ai Soviet!

Kerensky, grazie all’appoggio dei Soviet operai riuscì a sopprimere un piano “reazionario” dei moderati guidati dal generale Kornilov e questo fatto segnò la distruzione del movimento moderato con un conseguente rafforzamento dei bolscevichi. Rafforzamento che culminò a Ottobre in una nuova rivoluzione guidata da Lenin, quando Kerensky si accorse di esser rimasto solo. Il potere passò ai Soviet.

Per la rivoluzione Comunista fu dunque indispensabile il Governo provvisorio dei “centristi”. A tal proposito, quando negli anni ’20 in Italia nasceva il Partito Popolare con i movimenti cattolici, Gramsci scrisse:

I popolari rappresentano una fase necessaria del processo di sviluppo del proletariato italiano verso il comunismo. Il cattolicesimo democratico fa ciò che il comunismo non potrebbe: amalgama, ordina, vivifica e si suicida. I popolari stanno ai socialisti come Kerensky a Lenin.

Questo tipo di processo rivoluzionario è stato ripercorso anche in Cile quando Eduardo Frei, democristiano e conservatore, precedette a capo dello stato Salvador Allende. Frei è passato alla storia come il Kerensky cileno.

Nel ’96, in uno slancio di ottimismo, Prodi venne definito il Kerensky italiano, ma a quanto pare i fatti smentirono questa idea. C’erano ancora troppi comunisti nel Governo Prodi.

Per quanto riguarda il nostro PD invece, a metà tra Democratici e Popolari, molto Cattolici e abbastanza conservatori, ci chiediamo: potrà mai far abdicare lo Zar e amalgamare ordinare vivificare e poi suicidarsi?

La situazione sembra simile in tutto e per tutto a quella Russa. Gli ingredienti per la ricetta ci sono tutti:

  • Lo Zar di Arcore ce l’abbiamo
  • I comunisti sono in esilio (chissà dove)
  • Le forze riformatrici sono guidate da conservatori cattolici: il PD

Solo un dubbio mi assale riguardo le quattro azioni che dovrebbe compiere il PD, amalgamare ordinare vivificare e poi suicidarsi. A volte ho come il dubbio che non stiano rispettano l’ordine dell’elenco, a volte sembra quasi che abbian deciso di cominciare dal suicidio…

Annunci

4 Risposte

  1. Cavolo, mi hai convinto a votare PD!

  2. Votare il partito-bestemmia è una delle cose piu’ contronatura che io possa immaginare. Ma tant’è.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: