Milano odia: la polizia non può sparare

Due giorni fa il nostro premier ha subito un’aggressione in piazza Duomo da parte di uno squilibrato: è un fatto gravissimo, che fa riflettere. Di chi è la colpa di tutto ciò? Del servizio di sicurezza scadente? Del fatto che Berlusconi si senta un dio sceso in terra e non comprende che qualcuno possa volergli tirare un cazzotto? Dell’aria frizzante di dicembre, che fa venire voglia di tirare oggetti contro il premier? Ebbene no, cari lettori, la realtà è un’altra:

la colpa è di facebook!

Il ministro Maroni tuona infatti:

Stiamo valutando di oscurare i siti internet che incitano alla violenza. La possibilità che tutti hanno di mettere sul web messaggi che inneggiano alla violenza è un problema serio. Questo è un reato si chiama istigazione a delinquere e deve essere perseguito. […] E’ gravissimo l’eco che questo fatto ha avuto sul web. Già ieri sera ho avuto modo di vedere la presenza di messaggi inneggianti a questo atto di violenza. Ho fatto fare un monitoraggio alla polizia postale e subito dopo il fatto su tutti i social newtwork, in particolare Facebook sono nati 300 gruppi inneggianti a Tartaglia.

Tartaglia è un collega, anche io sono un suo fan… comunque stavamo parlando d’altro: ecco il colpevole! Il ricettacolo di tutti i mali! La scorta non ha colpa:

La gestione dell’ordine pubblico è stata fatta secondo le regole, non ho rilievi da fare a chi l’ha curata

Talmente bene che il berlusca s’è preso un cazzotto… ma torniamo al Male Assoluto: come mai questa volta non è colpa dell’opposizione (anche se non si perde occasione di dare addosso a Di Pietro, ma ormai lo si fa per sport), ma di Facebook? A cosa si deve questo cambio di bersaglio? Sarà forse dovuto al fatto che giusto una settimana fa Facebook è riuscito a portare qualche decina di migliaia di persone in piazza contro Berlusconi, cosa che i partiti dell’opposizione non sono mai riusciti a fare? Il premier si è finalmente accorto che Internet esiste, e che non può controllarlo.
Finora.

Annunci

5 Risposte

  1. contro il web possono giusto parlare, poi sono solo dei vecchiacci che non capiscono nulla di niente. facebook il male… brrr… youtube il male… brrr. mi dispiace solo per quei decerebrati che ancora vanno appresso a ste minchiate, ed io ne conosco tanti…

  2. “Tartaglia è un collega, anche io sono un suo fan”

    Guarda che Maroni mica la capisce ‘sta frase e sta già organizzando una ronda per manganellare te e tutta la scuola Pitagorica! Poi hai voglia spiegargli che parlavi di Tartaglia il matematico, quello del Triangolo (ma non era Renato Zero?). Anzi dopo che l’avrai spiegato dichiareranno il binomiale fuori legge e istigatore di violenza!

  3. Io do la colpa al mese di dicembre: propongo di eliminarlo dal calendario

  4. penso che se mai avessi dovuto fare tutto sto ambaradan ogni volta che ho subito “aggressioni” di questo tipo, i giornali avrebbero parlato solo di me, in tutti questi anni. pure vespa avrebbe fatto uno speciale sulla mia storia, tracciando il profilo psicologico di quel bambino che in terza media tentò di darmi fuoco.
    che razza di uomo è, non ha mai preso un cazzotto da nessuno??
    comunque, mi pare di aver capito che questo, come tutti quelli del mio entourage, è uno di quei blog destinati ad essere presto oscurati da questa democrazia 😀

    • Quando quel tizio lanciò le scarpe a Bush i TG italiani ridevano, quasi lo giustificavano… e tifavano per lui.
      Ora invece tutti urlano all’attentato. Ho sentito paragonare Berlusconi a Kennedy, a John Lennon, a Giovanni Paolo II , …

      Quando questa cosa mi fa incacchiare penso al titolo di apertura del Sun e mi faccio una risata pensando a quanto dobbiamo sembrar loro ridicoli:

      The italian jab

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: