Ippaso legge Freud – part 0

Ieri sono andato al cesso. In genere la vita veloce di città impedisce di passare ore seduto sulla Grande Tazza, ma ieri avevo tutto il tempo. Saprete tutti che leggere mentre si caca è una piacevole abitudine, ma sempre a causa del suddetto genere di vita spesso mi ritrovo a mani vuote (e culo aperto), proteso in avanti a leggere le istruzioni del Dixan.

Allora mi son detto:  oggi voglio proprio godermela, e ormai conosco a memoria tutti gli ingredienti del detersivo, tanto che potrei quasi produrlo in proprio: mi porto in bagno Freud!

Non è che mi sia portato dentro Sigmundo in persona (è difficile farla mentre qualcuno ci guarda), ma semplicemente i suoi Saggi sulla sessualità.

Ho iniziato a leggere così quello sulle aberrazioni sessuali ma mi sono presto annoiato. Allora ho deviato la mia attenzione sul saggio sulla sessualità infantile (intanto la merda scendeva copiosa e abbondante con i suoi generosi PLOP!).

Non sono un esperto, ma mi sento in grado di riassumervi le prime 5-6 pagine. Dico solo le prime 5 o 6 perché poi era davvero troppo che stavo lì (una ventina di minuti forse), la gamba destra iniziava a formicolare in modo preoccupante e i tarzanelli iniziavano a seccarsi sui peli del culo e a farsi sentire son il proprio richiamo. Sapevo che contro di loro la carta igienica sarebbe stata del tutto inutile e la cosa mi infastidiva e mi deconcentrava.

La mia conoscenza degli scritti di Freud, prima della solenne cacata, era pari a quella di un uomo (maschile) medio, e si può riassumere nei seguenti punti:

  • Ci sono 3 fasi della sessualità che si attraversano nell’infanzia. In particolare la seconda è la fase anale nella quale il bimbo si infilerebbe qualunque cosa su per il culo godendo come un riccio
  • Ogni bambino vorrebbe trombarsi la mamma e ogni bambina vorrebbe sposare il padre
  • Il super-Io, regolato dal principio del dovere, è dato dalla sedimentazione di precetti e divieti imposti dalle figure autorevoli (essenzialmente i genitori) in età infantile, e poi cristallizzatisi senza essere criticamente vagliati
  • Chi ha il pene piccolo sente il bisogno di compensare comprando roba grossa e costosa
  • I bianchi schifano i neri solo perché ce l’hanno più lungo
  • Freud era un maniaco sessuale e ha passato la vita cercando di convincere l’umanità che in fondo lo siamo tutti!

Vabbé ammetto che il terzo punto l’ho copiato… Ma torniamo a noi: ho scoperto che quel che sapevo di Freud… è tutto vero! Anzi: questa è solo una minima parte. Tra tutte le affermazioni di Sigmundo ce ne sono alcune che mi hanno lasciato a bocca e culo aperti. Freud riesce a spiegare sessualmente quasi tutti i comportamenti, dal perché le ragazze accavallano le gambe a perché alcuni trovano fastidiose le vibrazioni del treno (specie quando di mettono sui sedili “all’indietro”). E poi è tutto un crescendo, tanto che ora ovunque io mi volti non vedo altro che oggetti sessuali: il telefonino, la manica della giacca, la bottiglia dell’acqua, le penne… mi eccita fortemente addirittura la vista di un cassetto del comodino semi-aperto.

A questo punto non mi resta che fare come Sigmundo. Siccome non mi si affloscia più, l’unica possibilità che ho è quella di raccontarvi in più puntate Freud e convincervi che anche voi siete come me e lui. Anche voi siete dei maniaci sin da quando siete nati. Anche voi, da quando siete usciti dalla materna vagina, non avete altro scopo nella vita che rientrarvi.

Annunci

8 Risposte

  1. e noi donne? (ok, lo ammetto, di Freud credo di aver letto al massimo un paio di pagine quando l’ho studiato a filosofia, poi me lo sono ignominosamente scordato)

    • per ora ho riassunto quel che sapevo PRIMA di andare in bagno.
      nei prossimi post naturalmente racconterò anche quel che ho capito sulle donne… anche se non mi fido molto di Freud e di quel che diceva (per rimanere in tema mi sembrano un po’ delle cacate).

      P.S.
      mi scuso per questo post con il pubblico femminile. Sono stato forse un po’ rozzo, ma ogni tanto sento il bisogno di scrivere queste cose!

  2. il tuo compendio sui tarzanelli mi ha fatto ridere ed allo stesso tempo battere le mani, sembravo una foca. tu invece nonostante abbia letto queste altre otto parole sei ancora fossilizzato sulla parola “foca”.

    • Ebbene no! In realtà la mia mente matematica è stata catturata dalla espressione successiva “tu invece nonostante abbia letto queste altre otto…”. Sono otto parole, e per capirne il senso bisogna leggere almeno fino alla nona, cioè “parole”.
      Sta cosa mi ricorda logica, la completezza, … Kurt Goedel… cavolo! Non potevi solo scrivere “tu invece nonostante abbia letto queste altre parole“? Mi avresti risparmiato una notte insonne e io mi sarei potuto fossilizzare sulla foca, il mio animale preferito.

  3. per quanto mi riguarda, non c’è bisogno che mi convinci di essere un maniaco, ne sono già abbastanza consapevole… però mi fa piacere se riesci a convincere anche gli altri.

  4. Un consiglio, ippaso, quando un po’ di stitichezza ti prende, a causa dello stress “della vita”, il buon Freud, ti può aiutare. Aspetto la parte “1” di Freud e vedremo che altro hai scoperto, seduto su quel confortevole oggetto posto di fronte al dixan. Due parole su Freud: ossessionato dalle femmine e misogino. Secondo me, quelle belle “iolande” avrebbe voluto, almeno, sognarsele! Un saluto, ciao.

  5. […] di storia italian…speradisole su Lezioni di storia italian…speradisole su Ippaso legge Freud – par…minimetal su Lezioni di storia italian…lagiraffa su Lezioni di […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: