Gli uccelli di Bangkok

“Qui non c’è comunisti. Comunisti nella folesta. A Bangkok no.”
Li informò la guida destando perplessità e curiosità.
“Li tenete nella foresta, come le scimmie?”
“Non come scimmie, come guellilieli. A Bangkok proibiti, e lolo va in folesta.”

Mentre leggevo un libro di Montalban uguale a tutti gli altri che ho già letto, ho capito una cosa. Essere comunista è ormai vietato nel parlamento italiano. Allora forse anche Diliberto, Giordano, Bertinotti, FERRANDO, sono tutti andati nella foresta, come i loro colleghi thai.

E la cosa mi preoccupa. Non tanto perché così si è persa una fetta importante della rappresentanza bla bla bla. Sono preoccupato del fatto che prima o poi qualcuno dovrà pur andarli a cercare sti poveri cristi, riportarli a palazzo e riabituarli alla vecchia vita. Come nei film anni ’50 su Tarzan e simili (ora penso a Tototarzan) bisognerà insegnare loro a mangiare con la forchetta, a cacare nella tazza e a cambiarsi le mutande tutti i giorni. E poi bisognerà spiegargli come lottizzare la RAI, truccare gli appalti, raccomandare e farsi raccomandare, sistemare parenti e amici, gonfiare i rimborsi, eccetera eccetera.

Sennò come potranno mai tornare a governarci???

Annunci

3 Risposte

  1. finchè si continua a leggere Repubblica…
    alle regionali in toscana Rci (rifondazione dei comunisti italiani) ha preso il 5% e Repubblica ha pubblicato il 3,8…
    Un errore? boh.

  2. Secondo me l’idea fondante, l’idea di solidarietà e di giustizia, l’idea di uguaglianza in molti italiani è presente. Anzi sono sicura che la cercano e sono spaesati perchè coloro che dovevano portare avanti queste idee, si sono lasciati travolgere dal potere per il potere, dalla fama per la fama, hanno perso il senso del contesto in cui vivevano.
    Penso a Bertinotti, per esempio, o a un Ferrando, personaggi privi della coscienza del mondo in cui erano, pontificavano su troni senza essere sui troni. Erano al governo e segavano le gambe al governo.
    Questo ha fatto imbestialire un po’ tutti e si è visto. Dalla gente sono stati cancellati e cacciati nella foresta. Lasciamo dove sono, ma teniamoci le idee di giustizia, di pace, di ugualianza, di fratellanza, idee di libertà. Anche se possono essere patrimonio di molti, è il modo di portare avanti queste idee che deve distinguere la sinistra, la vera sinistra capace di governare, non solo di protestare.
    Ciao ippaso. un’altra delle mie lunghe tiritere! Grazie per l’ospitalità.

    • Mi sa che hai ragione, allora lasciamo che questi uccelli restino nella foresta.

      Ma non ho fiducia nel fatto che il nuovo stormo che arriverà (sempre in metafora uccellesca) sarà migliore di quello sta sta passando ora. Saremo noi, in qualche modo, a doverlo creare…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: