FONDAZIONE della COLONIA di SAN LEUCIO FERDINANDO IV di BORBONE 1789

alvaraalto mi ha segnalato un esperimento socialista molto interessante, datato addirittura 1789. Ebbene sì, in Italia c’erano dei comunisti… molto prima di Marx (Marx nacque 30 anni dopo). In realtà in questo caso si tratta di un comunismo molto strano, con una fortissima impronta cristiana e tantissimi richiami al potere “supremo” del re.

San Leucio era una colonia lavorativa borbonica, ovvero una specie di villaggio-fabbrica, situata in provincia di Caserta (e tuttora visitabile). Ho letto la “carta costituzionale” della colonia, ed è assolutamente innovativa. Prevede, ad esempio, l’uguaglianza uomo-donna (niente doti, niente matrimoni combinati, pari condizioni lavorative) e la concessione di una casa ad ogni nuova famiglia.

Mi limito a riportarvi un solo brano, circa all’inizio della carta:

Il solo merito forma distinzione tra gl’Individui di San- Leucio.

Perfetta uguaglianza nel vestire. Assoluto divieto contra del lusso. Essendo voi tutti Artisti, la legge che Io vi impongo, è quella di una perfetta uguaglianza. So, che ogni uomo è portato a distinguersi dagli altri; e che questa uguaglianza sembra non potersi sperare in tempi così contrari alla semplicità ed alla natura. Ma so pure, che vana e dannevol’è quella distinzione, che procede dal lusso, e dal fasto; e che la vera distinzione sia quella che deriva dal merito. La virtù, e l’eccellenza nell’arte, che si esercita, debbon essere la caratteristica dell’onore, e della singolarità; e questa, qual debba esser tra voi, sarà qui sotto prescritta. Nessun di voi pertanto, sia uomo, sia donna, presuma mai pretendere a contrasegni di distinzione, se non ha esemplarità di costume, ed eccellenza di mestiere. A quest’oggetto per evitar la gara nel lusso, e ‘l dispendio in questo ramo quanto inutile, altrettanto dannoso, comando, che ‘l vestire sia uguale in tutti: che estrema sia la nettezza, e la polizia sopra le vostre persone, acciò possa aversi quella decenza, che si richiede per rispetto, e venerazione dovuta a Chi si degna portarsi a vedere i vostri lavori: che questa polizia sia anche esattamente osservata nelle vostre case, acciò possa godersi & quella perfetta sanità, ch’è tanto necessaria nelle persone, che vivono con l’industria delle braccia. Di voi nessuno ancora ardirà mai chiamarsi col Don, essendo questo un distintivo dovuto soltanto a’ Ministri del Santuario in segno di rispetto, e di venerazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: