Crescete, moltiplicatevi e riempite la terra.

L’ottavo capitolo della Genesi si apre con un discorso del Nostro Signore, nel dopo-diluvio, ai sopravvissuti:

1 Dio benedisse Noè e i suoi figli, e disse loro: «Crescete, moltiplicatevi e riempite la terra. 2 Avranno timore e spavento di voi tutti gli animali della terra e tutti gli uccelli del cielo. Essi sono dati in vostro potere con tutto ciò che striscia sulla terra e con tutti i pesci del mare.

Concentriamoci ora sull’invito a moltiplicarsi (e a servirsi degli animali a proprio gusto, ma lascio a voi ogni associazione mentale blasfema).

Ma vabbè, no, non concentriamoci su ste cose. Ho trovato una ANSA che mi ha immediatamente trasformato in un web-segugio, e in men che non si dica mi son ritrovato nel sexy-christian-shop olandese Leifdestuin (“Il giardino dell’ammore”).

Figata! Vi traduco alcuni punti della home:

Articoli porno privi di nudi, porno e linguaggio offensivo.
I prodotti possono, a nostro avviso, essere acquistati dalla maggioranza dei cristiani (e non-cristiani).
Nel nostro negozio si possono tranquillamente fare acquisti senza essere di fronte a immagini pornografiche, a un linguaggio osceno o offensivo e a scene di nudo.

Insomma, sembra che vedere scene di sesso o erotiche non sia in linea con lo stile di vita cristiano… un vero cristiano agisce!!!

Il sito spiega questa posizione nella pagina intitolata “Paolo e il vibratore“, citando e commentando ampiamente la prima lettera di San Paolo ai Corinzi. Il sito paragona la libertà sessuale con la libertà di mangiare carne sacrificale: non è peccato farlo, ma  in pubblico può turbare i più deboli e convincerli a farlo pur non essendone convinti. Puoi portarli alla perdizione!!!

Ecco la parte interessante dell’ottavo capitolo della lettera (riferita al cibarsi di cose già offerte a idoli):

8 Ma non sarà certo un cibo a renderci graditi a Dio. Non perdiamo niente se non mangiamo, e non guadagnamo nulla, se mangiamo.

9 Ma bada che la tua libertà non turbi i credenti più deboli nella fede!

10 Ecco che cosa potrebbe accadere: qualcuno, vedendoti mangiare questo cibo in un tempio d’idoli, potrebbe essere tentato ad imitarti.

11 Così, per causa tua, [anche se tu sai che non c’è niente di male in cio che fai], chi ne riceverà danno è il fratello più debole, un fratello per cui Cristo è morto!

12 In questo modo, pecchi contro il fratello, invogliandolo a fare qualcosa di cui non è convinto, e pecchi contro Cristo stesso.

13 Percio, se mangiare un certo cibo spingerà mio fratello a peccare, non ne mangero mai più, per non causargli danno.

Insomma, tornando a noi è da condannare l’esibizionismo sessuale, ma non le pratiche erotiche per quanto atipiche.

Il sito chiude ogni discorso al riguardo con una conclusione da Nobel per la religione (se solo ci fosse! Sti bastardi hanno escluso Matematica e Religione dai Nobel!!!). Ecco la chiosa finale, che è la traduzione un po’ googletraslata un po’ immaginata:

Vi sfido a provare ad applicare quanto sopra in relazione ad un vibratore. Paolo avrebbe rifiutato l’idea del vibratore o avrebbe potuto dire “Sei libero di usarlo. Non tirare fuori l’argomento-vibratore a una festa in famiglia quando sai che c’è un debole, qualcuno che potrebbe offendersi per esso e non può immaginarlo dissociato dall’industria del porno; tienitelo per te. Non c’è bisogno di andare nel luogo di provenienza del vibratore, si può semplicemente utilizzarlo e godere.”

Annunci

9 Risposte

  1. Mumble! Mi stai tentando, mò come la mettiamo? 😀

  2. Non credo che Paolo avrebbe mai acconsentito,ma sai io sono per le cose normali.Forse la vecchiaia! 😉
    Ciao ippaso un abbraccio.

    • Pur di vendere si inventano di tutto. Stavolta ammetto però che bisogna far loro i complimenti per la fantasia e l’impegno!

      Ciao, a presto Gibran!

  3. Insomma, ho capito, a Natale niente vibratori, sia mai che a qualcuno gli venisse uno sturbo nell’aprire il regalo davanti a tutti 😀
    Andremo subito al sodo :mrgreen:

    • A Natale???
      Effettivamente, immaginando le tipiche rimpatriate di parenti all’italiana… potrebbe essere un regalo un pochetto azzardato… non so… 😀

      Nel caso fammi sapere com’è andata… magari con un bel post!

  4. E allora credo he abbia avuto ragione il Cristo a chiamare persone del genere “Sepolcri imbiancati”. Sporchi dentro, basta che non si veda.
    Ma! non so se ho capito bene quello che volevi dire con questo post, ma credo che nascondere le magagne per sembrare belli, sia una delle cose più indegne che possa fare un uomo di fede (o chiunque).
    Ciao Ippaso, un abbraccio.

    • Non c’è un senso a questo post, mi piace scrivere cose stupide… 😀
      Certamente condivido con te il fastidio per le ipocrisie.

      Indipendentemente dal mio pensiero al riguardo, ho trovato comunque molto interessante l’invito di San Paolo a far in privato le cose che possano disturbare in pubblico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: