εγώ, Epicuro

Epicuro credeva che l’Atarassia fosse la via per raggiungere il piacere (Cit. “non alludiamo ai piaceri dei dissoluti o a quelli dell’ebbrezza, …, ma al non aver dolore nel corpo né turbamento dell’anima”). Partendo da una accurata e oggettiva conoscenza del mondo, e soprattutto dallo studio delle scienze naturali, egli mira alla semplice eliminazione di tutti i possibili turbamenti. L’uomo epicureo deve limitarsi a provvedere ai propri bisogni naturali (mangiare, dormire), a soddisfare qualunque eventuale desiderio umano non necessario (chenneso, far sesso, mangiare bene e con abbondanza, bere vino), e ad allontanare i desideri vani (potere, ricchezza, …). Non c’è morale che tenga (se gli dei esistono, sono in una condizione di beatitudine e non si curano delle vicende umane e del nostro comportamento: noi siamo totalmente liberi di vivere come vogliamo!), e non c’è paura a frenarci (i dolori non sono che passeggeri, e il timore per la morte è assolutamente infondato, dal momento che non la possiamo provare – quando lei è arrivata noi non ci siamo più).
Continua a leggere

80 secondi di vita

Ho letto su internet di uno studio (ecco l’articolo del Corriere) secondo il quale per ogni ora spesa davanti alla TV la vita si accorcerebbe in media di 22 minuti.

A me pare una cifra mostruosa, enorme, sproporzionata. Ora anche quei miseri 10 minuti di blob serali mi angosceranno. Troverò immediatamente una soluzione approssimata al problema che mi porrò inconsciamente: per 10 minuti di TV la vita si accorcia di… poco più di 3 minuti e mezzo. Angosciante, assurdo.

Ora non potrò più dire che passare un pomeriggio in compagnia di Maurizio Costanzo, di suo marito o del Grande Fratello o che cavolo ne so è come non averlo vissuto: è assai peggio. Non solo non hai vissuto, ma ti sei guadagnato una oretta di anticipo per l’incontro con la Grande Mietitrice. Cose che non si vincono nemmanco nelle peggiori uova di Pasqua della Kinder.

Vabbè. Sono certo che voi non siete paranoici come me, quindi non avrete alcun problema a gustarvi i 3 minuti e 38 secondi di televisione che vi proporrò qui di seguito. Che volete che sia! voi non siete suggestionabili, non vi disturba il pensiero che 3 minuti e 38 secondi di TV corrispondano ad un accorciamento della vita di una ottantina di miseri e insignificanti secondi…