Non riusciremo mai…

… a uscire dalle crisi capitalistiche da destra.
Né a metter fine alle ingiustizie che affliggono l’umanità.
Da destra non potremo risollevarci per rimetterci in moto.

Non si può nemmeno salire su una bicicletta da destra!
(voi siete mai saliti in bicicletta dal lato destro? non credo… e se l’avete fatto probabilmente ora siete testimoni di una serie di insidie e di difficoltà assolutamente insospettabili).

La foto è un po’ fuoritema… ma parlando di insidie e di biciclette… sentivo quasi l’obbligo morale di copiaincollarla:
ochcio al sellino!

La maledizione del settimo nano (ovvero: perché quando provi a contare i sette nani te ne ricordi sempre e solo sei?)

L’arcobaleno è formato nella tradizione popolare da sette colori, ma la scienza tende a riconoscerne solo sei: rosso, giallo, verde, blu, viola e arancione. Come mai questa differenza?

Continua a leggere

8 marzo

AUGURI A TUTTE!

Continua a leggere

Donne che resistono

Oggi non partecipo alla manifestazione, ma in compenso sto leggendo un libro molto particolare: ONDE, FARFALLA E AROMA DI CAFFE’ – storie di donne dominicane. Non conosco la realtà dominicana, ma le descrizioni di quei luoghi nei 15 racconti di queste scrittrici dominicane sono molto semplici e suggestive. Trovi delle protagoniste donne spesso impegnate nel sociale, laureate, con una decina di figli da accudire e magari un passato segnato da violenze; donne che nonostante tutto han tutto il peso della società (o del villaggio) sulle loro spalle, che tentano di ribellarsi all’ingiustizia, al menefreghismo e all’ottusità, imbrigliate in quel Terzo Mondo che non riescono a migliorare nonostante il loro impegno quotidiano.

Continua a leggere

Abelardo ed Eloisa

Dopo Paolo e Francesca, Silvio e Carla, Silvio e Patrizia, Giulietta e Romeo, Silvio e Noemi, Silvio e Veronica, Tristano e Isotta, sicuramente Abelardo ed Eloisa formano la coppia più famosa d’Europa. Lui grandissimo professore di filosofia di Parigi, lei giovane studentessa inesperta.

Vi racconto la storia come la so io:

Continua a leggere

Papaveri e Papesse

In Germania, a capo della Chiesa protestante, è stata eletta per la prima volta una donna. La Chiesa evangelica tedesca ha così la sua papessa: è una signora sulla cinquantina di nome Margot Kaessmann con quattro figli e un divorzio alle spalle. La notizia della sua elezione a capo di un organo spirituale ha sorpreso molto la Chiesa cattolica. Ma in realtà si tratta solo di un vecchio film (molto vecchio) già visto.

Continua a leggere