Istruzioni per i lettori di giornali

Mi ero ripromesso di conservare questa illuminante poesia per qualche evento particolare. E’ una poesia che ci consiglia di non abbassare mai la guardia davanti alle notizie. In questi giorni però la campagna mediatica per le amministrative è stata così forte e così meschina da avermi fatto tornare in mente le parole di HORST BIENEK così tante volte da costringermi a scriverle.

Istruzioni per i lettori di giornali

I
Verificate ogni parola
verificate ogni riga
non dimenticate mai
con una tesi
è possibile
esprimere anche l’antitesi

Continua a leggere

Panta scarpe

Non fatevi ingannare dal titolo: Non sto pubblicizzando un nuovo abbigliamento moda primavera 2011. Panta non sta per pantalone!

Panta rei os potamòs

Ovvero tutto scorre come un fiume, è il motto della filosofia di Eraclito. Tutto passa, niente è mai uguale a se stesso, io non sono la stessa persona che ha iniziato questo post e ogni lettera che state leggendo è stata compitata da una mano diversa. Ma vabbè, in realtà non volevo sproloquiare di filosofia, volevo solo pubblicare le foto delle mie fedelissime scarpe da corsa che stan per andare in pensione e trasformarsi in scarpe da scampagnate e pic nic primaverili.

Fate partire questo video youtube per avere il giusto sottofondo musicale. E’ la stessa canzone che sto sentendo io mentre scrivo.

E ora ecco le mie scarpe:

Continua a leggere

E se il burattino prende vita?

Ogni tanto un burattino prende vita e nonostante abbia la testa di legno riconosce la falsità del mondo nel quale è costretto a muoversi e tenta, con le sue deboli braccia sottratte ai fili e non avvezze alla gravità, di strappare il cielo di carta del teatrino e uscirne fuori. Di legno, ma libero.

Continua a leggere

Pullman vs Fini.

Domenica prossima Fini sarà in quel di Mirabello per tenere un discorso.

Secondo le dichiarazioni del militante PDL Vitale Mattera il partito della Libertà e dell’Amore starebbe preparando dei pullman di contestatori. L’uomo afferma di esser stato contattato dalla consigliera provinciale Francesca Pascale, che gli avrebbe chiesto di organizzare un pullman con una cinquantina di giovani contestatori. L’eminenza grigia che si nasconderebbe dietro queste bieche manovre pare essere la Brambilla (che essendo a capo del ministero del turismo è certamente avvezza ai viaggi organizzati). La Michela Vittoria smentisce decisamente, anche se rinuncerà alla querela.

Insomma, il PDL sta lanciando pullman di sabotatori contro Fini.

Nel frattempo, per farvi capire la caratura politica della consigliera Pascale, vi ripropongo il video nel quale la giovane balla al ritmo di “se mostri un po’ di coscia si alza l’auditel se muovi il mandolino si alza l’auditel” nella trasmissione “TeleCafone”:

Napolitudine

Usciamo da Napoli sotterranea. Bene dice la guida ora concluderemo la visita andando a vedere un teatro greco a pochi passi da qui. Stupore. Napoli è densa, gente ovunque, i vicoli stretti, la gente trasuda dai bassi. I bassi. Locali pensati come negozi e traformati per esigenza in appartamenti con vista sul vicolo. Spesso sono monolocali angusti. Passeggiando per la via puoi vedere benissimo quel che accade dentro. Altro che la privacy e le leggi anti-intercettazioni telefoniche. Qui si vive in vetrina. In alcune di queste abitazioni non c’è spazio neanche per mangiare e allora a mezzogiorno ci si sposta in strada.

Continua a leggere

Sono tanti e sono con Nicola Cosentino. Ancora…

Nicola Cosentino, di Casal di Principe, parente acquisito del boss Peppe ‘O Padrino, è un politico importante. In provincia di Caserta ha tanto elettorato fedele che potrebbe forse vincere le elezioni correndo da solo. Una pedina importante per il PDL. Una ascesa impressionante e sempre con un consenso plebiscitario da parte dell’elettorato e quasi unanime da parte dei colleghi politici. Ora è coordinatore del PDL-Campania, e si è appena dimesso da sottosegretario dell’Economia.

Non troppo tempo fa è stato accusato di aver avvelenato la Campania con montagne di rifiuti tossici, di aver trafficato col clan Bidognetti, ed è stato condannato a non so quanti anni di carcere. Naturalmente non è finito in galera perché all’epoca era parlamentare del PDL. Ora è accusato di esser nel giro di questa nuova organizzazione criminale, la cosiddetta P3.

Quella volta dei rifiuti, quando cioè ci fu la celebre confessione del camorrista Gaetano Vassallo passata alla storia col titolo Così ho avvelenato Napoli, Saviano (ma non solo lui) restò sconvolto dal fatto che a nessuno importasse.

A nessuno importava quel che aveva fatto Cosentino. Per questo Saviano intitolò un suo bellissimo articolo Siamo tutti Casalesi.

Una provocazione azzeccatissima.

Ma i manifesti apparsi in questi giorni a Napoli non sono solo una provocazione: sono davvero tanti e sono con lui.

Protezione civile S.P.A.

Aprile 2009: Bertolaso tra gli indagati per “Rompiballe”

C’è anche il sottosegretario all’emergenza rifiuti e capo della Protezione Civile Guido Bertolaso tra le persone iscritte nel registro degli indagati della procura di Napoli nell’ambito dell’inchiesta denominata ‘Rompiballe.

Dicembre: Protezione Civile S.P.A.

La struttura di Bertolaso si trasforma in società per azioni. Così sui contratti per gli eventi ci saranno ancora meno controlli.

In realtà manca ancora l’approvazione di una delle due Camere… ma ci siamo quasi!

Gennaio: Bertolaso su Haiti attacca gli USA

Gli americani tendono a confondere l’intervento militare con quello di emergenza. Manca una capacità di coordinamento, utile per non disperdere gli aiuti che sono stati inviati.

Clinton che scarica le cassette della frutta… non è servito.

Si viene qui, si dà un po’ da mangiare, bere e il problema per loro è risolto, ma è una contraddizione se non si pongono le basi per la vita futura.

Troppo spesso  una volta arrivati sul luogo di un disastro, si pensa subito a mettere un grande manifesto con lo stemma della propria organizzazione, a fare bella figura davanti alle telecamere, piuttosto che mettersi a lavorare per portare soccorso a chi ha bisogno.

Il giorno dopo: Clinton: Haiti non è l’Aquila

Il giorno dopo il giorno dopo: Nessuna critica nelle mie parole

Insomma, Bertolaso è stato frainteso…

29 Gennaio: Berlusconi: presto Bertolaso ministro

Ma come? Un ministro con la fedina penale pulita?

Inizio Febbraio: Bertolaso indagato per corruzione

Il gip: Storia di ordinaria corruzione. Ahhh, ora ci siamo!

In questi giorni: Si studia legge per immunità alle alte cariche della protezione Civile

Bene, la favola si conclude con un lieto fine. E vissero tutti (o comunque il 78% degli italiani, secondo i sondaggi) felici e contenti.