7000000000

Digitando su Mathematica

ListLinePlot[{{-10000, 1000}, {-9000, 3000}, {-8000, 5000}, {-7000,
7000}, {-6000, 10000}, {-5000, 15000}, {-4000, 20000}, {-3000,
25000}, {-2000, 35000}, {-1000, 50000}, {-500, 100000}, {1,
200000}, {1000, 310000}, {1750, 791000}, {1800, 978000}, {1850,
1262000}, {1900, 1650000}, {1950, 2518629}, {1955, 2755823}, {1960,
2981659}, {1965, 3334874}, {1970, 3692492}, {1975,
4068109}, {1980, 4434682}, {1985, 4830979}, {1990, 5263593}, {1995,
5674380}, {2000, 6070581}, {2005, 6453628}, {2010, 6891008}}]

quel che ne esce fuori è un bellissimo grafico (le x indicano gli anni, le y le migliaia di esseri umani sulla faccia della Terra):


Mi fa venire in mente eventi tipo carica/scarica elettrica (anche se l’andamento grafico è differente). Dapprima la curva dell’elettricità accumulata sale sale sale: l’oggetto sembra potersi caricare di energia all’infinito. Poi all’improvviso la salita si spezza senza alcun preavviso, e si abbatte: è la scarica.

Un evento improvviso e “catastrofico” riporta l’oggetto a livelli sostenibili di carica elettrica.

Se ci pensate bene è un processo abbastanza comune: restando vicini a noi anche la rabbia funziona così, uno accumula accumula accumula e poi sbrocca tutt’una volta. Vabbè, ora non c’è bisogno di arrabattarsi a fare un elenco di paralleli ragionevoli né di rendere più esplicito di così il paragone, iniziando a profetizzare guerre nucleari e apocalissi per l’umanità. Tanto avete già colto il nocciuolo.

Non mi resta che far gli auguri alla settemiliardesima nata al mondo (forse indiana, forse filippata, forse non è ancora nata ma manca poco) e segnalarvi un giochetto della BBC. Su questa pagina trovate un calcolatore in grado di dirvi che “numero eravate” quando siete nati, con un piccolo e ovvio margine di errore. Io l’ho provato e mi ha fatto un pochetto impressione… vabbè… provateci anche voi… buon divertimento!

In che senso?

Ho letto in questi giorni su internet dell’illusione ottica della ballerina che gira. La domanda che i siti pongono è: in che senso gira? Orario o antiorario?

La ballerina in questione è questa:

Io la vedo chiaramente ruotare in una delle due direzioni. Pare che il verso sia legato a quale metà del cervello è predominante. Ovvero a quali doti siano più sviluppate in noi: fantasia o logica, sentimento o capacità di ragionare. Io ho il sospetto che si tratti di una cavolata, di una bufala… ma prima di cedere a facili conclusioni, attendo il conforto del sondaggio che ho deciso di proporre:

Allora, votate (il voto è anonimo, sicuro, gratuito, simpatico, eccetera eccetera):

Mentre votate (siate numerosi!!!), e nell’attesa di risultati univoci (ci vorranno 10-15-20 giorni suppongo) vi lascio con una illusione ottica miracolosa.

Continua a leggere

La Moderna Politica Italiana vs Darwin, l’algebra e l’articolo 60 della Costituzione Italiana.

Oggi troviamo ovvio che le Camere debbano essere “politicamente d’accordo” tra di loro, e che nel caso questi organi prendessero strade leggermente diverse… si dovrebbe andare necessariamente al voto: pena il caos totale, con franchi tiratori e mercenari da ogni parte.

Eppure non è così. L’idea originaria dei Padri Costituenti era ben diversa: l’articolo 60 della Costituzione rendeva separate e magari contrastanti le due Camere. Infatti questo, prima della modifica del 9 febbraio 1963, recitava così:

La Camera dei Deputati è eletta per cinque anni, il Senato della Repubblica per sei.

Tenete infine presente che il Presidente della Repubblica è eletto per sette anni. Voi direte. E quindi?

Continua a leggere

Perelman

L’uomo in queste rare foto (risalenti al dicembre 2007 e scattate con un telefonino in una metropolitana russa) è il grandissimo Perelman. Sembra un barbone, ma è uno dei più importanti matematici viventi. Ha dimostrato pochi anni fa la Congettura di Poincaré, per la quale l’Istituto Clay aveva messo in palio un milione di dollari. Lui ha rifiutato il premio e ogni riconoscimento.

Ora vive della sua pensione in una casa popolare con la madre.

Ha dichiarato:

Non voglio essere uno scienziato da vetrina e troppi soldi in Russia generano solo violenza.

Toto tracce.

Un lettore mascherato, dunque anonimo, di questo blog mi ha inviato una mail nella quale mi proponeva delle informazioni molto interessanti sulla maturità 2010. Ecco un dettagliato resoconto:

Oggi c’era la prima prova della maturità (trovate qui le tracce). Come al solito la sera prima (cioè ieri) impazzava il toto-tema: uscirà Svevo quest’anno? Manzoni? Batman? La risposta è semplice: basta chiamare l’ambasciata italiana in Australia! A quanto pare quest’anno gira questa voce: i licei italiani in Australia devono fare la maturità lo stesso giorno dei colleghi italiani, e la prova deve essere la stessa. Peccato che ci siano una dozzina di ore di fuso orario, quindi loro finiscono la prova quando da noi è piena nottebasta chiamare l’ambasciata e chiedere le tracce! Ovviamente è una bufala, ma il nostro ambasciatore afferma:

Il giorno precedente la prova di Italiano la nostra ambasciata viene sommersa di chiamate da parte di studenti che nel cuore della notte italiana cercano di avere anticipazioni dalle scuole italiane in Australia.

Tutto sembra fermo, quand’ecco che da scuolazoo arriva una notiziona: in qualche modo sono riusciti a procurarsi le tracce!! Non si sa come ma sono riusciti ad avere una copia della prima prova (che trovate qui, tutto griffato da scuolazoo), e scrivono:

Secondo noi sono attendibili. C’è il logo del Ministero, il codice a barre delle commissioni, la carta è quella intestata del Ministero.

Non sappiamo se siano vere o no. Ma nel dubbio, scaricatele e preparati per domani!!! Secondo noi, se sono vere, il Ministero non avrà il tempo di cambiarle. Quindi in culo alla balena!!

Beh, se c’e’ il logo del ministero… ovviamente oggi sono usciti i temi veri e non ne hanno azzeccato manco uno: come si giustificano?

Ragazzi ma chi l’avrebbe mai detto? Ne Pascoli ne D’Annunzio.

Il dietrofront del Ministero è stato inaspettato e ha messo come traccia di prima prova un autore che nessuno si aspettava. Impronosticabile!!!

Nel 2009 abbiamo azzeccato Svevo ben 10 giorni prima! Quest’anno purtroppo è andata male..ci dispiace per tutti i nostri fan che contavano su di noi!

Impronosticabile… non male! Ma non è finita qui: una volta uscito il testo bisogna scrivere il tema, e i ggiovani d’oggi non sono come noi. Loro hanno internet. E facebook. E allora vanno su facebook a chiedere temi già fatti… e li ricevono!

Il bello è che questi geni del crimine firmano su facebook le richieste con nomi e cognomi!!!!!

Guardate qui: http://www.facebook.com/scuolazoo.official.page/posts/401582332638

Insomma, anche quest’anno una nuova ondata di giovani sta maturando. E già si capisce che è una maturazione diversa da quella che hanno avuto le generazioni precedenti.

Migliore, peggiore, diversa?

Ancora Superenalotto

Eh sì, siamo un po’ come quegli sciacalli di Studio Aperto. Loro sono i migliori a sfruttare morti e tragedie per fare ascolti, proponendo disgustosi servizi strappa lacrime, per poi passare come se niente fosse (e tanto a loro cazzo gliene frega) a servizi idioti mostrando un po’ di culi e tette. Prendendo esempio da tali maestri del giornalismo, ma non avendo il fegato di servirci delle disgrazie altrui, stiamo cercando di sfruttare l’argomento più in voga di questo periodo: il Superenalotto.

Sul nostro blog “scientifico” abbiamo già dedicato molti post sull’argomento in cui vi mettevamo in guardia dal perdere soldi e tempo in questo stupido gioco. Ora, insospettiti dalla lunga e sospetta assenza del 6 abbiamo messo in moto la nostra potente equipe matematico-statistica, di cui senz’altro vi ricorderete per i sorpendenti risultati sulla caduta del governo Berlusconi.

Questa volta abbiamo chiesto di valutare a livello statistico-probabilistico se la lunga assenza del 6 è normale oppure no. Il risultato è molto interessante. La probabilità che al Superenalotto, dopo tutte queste giocate, non si sia ancora verificato un 6 è molto bassa: l’1,3%, insomma sembrerebbe trattarsi di una bella truffa. Qui potete trovare l’analisi completa.

L’analisi è stata effettuata esclusivamente attraverso il calcolo delle probabilità, ma visto l’interessante risultato abbiamo commissionato ai nostri esperti un’analisi statistica più approfondita che ci dica con più chiarezza se il gioco è truccato oppure no. I dati analizzati dai nostri esperti prendono in considerazione il periodo di assenza del 6 che va da Marzo 2009 alla prima settimana di Agosto 2009. Quindi considerando le giocate anche di queste settimane la probabilità si è ulteriormente ridotta.

SuperEnalotto – Articoli vari

Continuano le nostre speculazioni matematiche sull’iniquo giuoco del Superenalotto. Nel primo articolo vi abbiamo spiegato quanto sia inutile sperare in una vincita al Superenalotto. Neanche un uomo di Neanderthal ci cascherebbe, ma lui non guardava la televisione: un notevole vantaggio!

Come mi è capitato di osservare, l’anno scorso abbiamo speso 50 miliardi in giochi d’azzardo. Se questi 50 miliardi venissero divisi tra i 10 milioni di italiani in difficoltà economiche, ognuno avrebbe 5000 euro all’anno di bonus (altro che la social-card!). Quindi nonostante le pesanti intimidazioni a cui siamo sottoposti (ho pianto una notte dopo che mi hanno dato del “decerebrato menoso”), non ci spaventiamo e continuiamo a mettere alla luce gli imbrogli che si celano dietro le giocate al Superenalotto e non solo.

Ecco i nuovi articoli che potete trovare sul blog “scientifico” 2senxcosx:

Giochiamo ad-aggio – L’aggio, ovvero la quota per il vincitore (il banco).

Il costo di un sistema – Molti mi chiedono il metodo per calcolare il costo di un sistema. Eccolo.

Il sistema conviene? – Ovviamente no…

SuperMatEnalotto – La scienza che si diverte a studiare le sestine del SuperEnalotto.