εγώ, Epicuro

Epicuro credeva che l’Atarassia fosse la via per raggiungere il piacere (Cit. “non alludiamo ai piaceri dei dissoluti o a quelli dell’ebbrezza, …, ma al non aver dolore nel corpo né turbamento dell’anima”). Partendo da una accurata e oggettiva conoscenza del mondo, e soprattutto dallo studio delle scienze naturali, egli mira alla semplice eliminazione di tutti i possibili turbamenti. L’uomo epicureo deve limitarsi a provvedere ai propri bisogni naturali (mangiare, dormire), a soddisfare qualunque eventuale desiderio umano non necessario (chenneso, far sesso, mangiare bene e con abbondanza, bere vino), e ad allontanare i desideri vani (potere, ricchezza, …). Non c’è morale che tenga (se gli dei esistono, sono in una condizione di beatitudine e non si curano delle vicende umane e del nostro comportamento: noi siamo totalmente liberi di vivere come vogliamo!), e non c’è paura a frenarci (i dolori non sono che passeggeri, e il timore per la morte è assolutamente infondato, dal momento che non la possiamo provare – quando lei è arrivata noi non ci siamo più).
Continua a leggere

Annunci

Crescete, moltiplicatevi e riempite la terra.

L’ottavo capitolo della Genesi si apre con un discorso del Nostro Signore, nel dopo-diluvio, ai sopravvissuti:

1 Dio benedisse Noè e i suoi figli, e disse loro: «Crescete, moltiplicatevi e riempite la terra. 2 Avranno timore e spavento di voi tutti gli animali della terra e tutti gli uccelli del cielo. Essi sono dati in vostro potere con tutto ciò che striscia sulla terra e con tutti i pesci del mare.

Concentriamoci ora sull’invito a moltiplicarsi (e a servirsi degli animali a proprio gusto, ma lascio a voi ogni associazione mentale blasfema).

Ma vabbè, no, non concentriamoci su ste cose. Ho trovato una ANSA che mi ha immediatamente trasformato in un web-segugio, e in men che non si dica mi son ritrovato nel sexy-christian-shop olandese Leifdestuin (“Il giardino dell’ammore”).
Continua a leggere

La mostra delle atrocità ft la speculazione.

Ultimamente si sente ripetere da politici e giornalisti che l’Italia è solida, ma che dei farabutti stanno “speculando” sui titoli italiani (in particolare sui titoli di Stato) facendo il bello e il cattivo tempo secondo il ritmo delle loro vendite, dei loro acquisti e della loro attività sessuale.

Continua a leggere

«Un pene eiaculante con un primo ministro italiano attaccato»

Questa notizia mi ha fatto morir dal ridere:

Silvio: «Ruby è pazza, dice di aver visto ballare nude la Gelmini e la Carfagna ad Arcore»

fonte: sole24ore.

Continua a leggere

«Spero ke krepi kon le tue troie»

Ormai le notizie, i gossip, i bisbigli, le notizie vere, false, contraddittorie, si stan moltiplicando così velocemente che non riesco più a farne una sintesi… e quindi un post.

Sto ora leggendo anche le dichiarazioni di Sara Tommasi e sono letteralmente putrefatto

Divertitevi su google…

Bah… e pensare che poco meno di 4 anni fa Berlusconi era in piazza a fianco dei cattolici per il family day…

 

P.S.

Leggetevi i vari Sms e dichiarazioni, tra dipendenza dal sesso, roba strana nei bicchieri, Lele Mora, Corona, La Russa, Berlusconi, insulti, droga, camorra, insomma… ce n’è per tutti i gusti… tranne che per i miei!

L’amore der gatto (Trilussa).

Un povero Miciotto,
innammorato cotto
d'una Gattina nera,
je disse: - Verso sera
venite in pizzo ar tetto,
v'ho da parlà: v'aspetto. -
La Gatta, che ciaveva
'na certa simpatia,
disse: - Verrò da voi
doppo l'avemmaria:
ma...resti fra de noi!
Bisognerà sta' attenta
che l'omo nun ce veda,
che l'omo nun ce senta! -
Sì! fate presto a dillo!
je disse allora er Gatto. -
Io quanno fo l'amore
nun posso sta' tranquillo.
Piagno, me lagno, strillo:
sgnavolo come un matto,
soffio, divento un diavolo!
Nel lamentamme pare
che soffro...e invece godo.
Voi me direte: - è un modo
tutto particolare...-
Ma er fiotto der piacere
che ce viè su dar core
nun è forse compagno
a quello der dolore?
Tutta la vita è un lagno!
In quanto a le persone
che ce vedranno assieme
nun me ne preme gnente;
io ciò 'na posizzione
libbera, indipennente...
Se incontro quarche gatta
eguale a voi, carina,
simpatica, ben fatta,
la fermo e se combina.
L'omo, naturarmente,
lo fa nascostamente;
ma no pe' la morale:
p'er Codice Penale!

Il mistero di capodanno…

Qualche post fa vi abbiamo presentato un oscuro mistero:

https://palealvento.wordpress.com/2010/12/23/trends-1-anal-fisting/

Cosa è accaduto nel giorno di Capodanno 2006? Come mai questa data ha scatenato l’interesse per la penetrazione dell’ano con il pugno?

Vi ripropongo il grafico con il volume di ricerca di “anal fisting” su gugol (trovate maggiori dettagli all’indirizzo che vi ho segnalato):

Ebbene: ora è giunto il momento di aggiungere un altro tassello al nostro sexy-mosaico.

Continua a leggere