Tettone per legge.

Notizia bomba direttamente dall’Australia. Il Governo ha emanato una legge innovativa in materia di pornografia:

Vietati i film porno che mostrino tette piccole!

La notizia ha scioccato gli amanti del porno, ma il Governo tira dritto per la propria strada.

E’ già iniziato il sequestro dello scottante materiale illegale che diventerà una merce di contrabbando più preziosa del whisky a Chicago negli anni ’20.

Secondo le autorità la visione di porno con attrici dalle tette piccole inciterebbe alla pedofilia.

P.S. ho messo una foto “castigata” per evitare che ai miei lettori residenti in australia venga impedita la visione dell’articolo…

Annunci

Si alza… l’auditèl!

Ora che quella scassaombrelli di Veronica è fuori dai maroni, l’Italia può finalmente dirsi un Paese di merda  democratico. Senza più i veti di quella perfida donna, l’Uomo Eletto dal Popolo (della Libertà) può finalmente candidare chi gli pare secondo il poteri conferitogli da Dio dalla maf   dal Popolo.

Ed ecco che una gustosa anticipazione di quel che sarà la nostra prossima rovina il nostro radioso futuro ci viene offerto dalle elezioni ragionali 2010.

Continua a leggere

Ippaso Legge Freud – Tutte le donne, tranne mia mamma, sono …

Ecco, a questo punto siamo arrivati ad una svolta cruciale nello studio di Freud. Ma prima di proseguire debbo fare una piccola sosta su un capitoletto che mi ha lasciato putrefatto. Avevamo già detto in precedenza che per Freud gli adulti pervertiti altro non sono che persone ancora legate alla sessualità infantile. Ma Sigmundo non si ferma qui, e per spiegare la mancanza di inibizioni dei bimbi e per far riferimento alle sporcaccionerie di cui secondo lui son capaci, scrive delle perle che rimarranno incastonate come diamanti nella merda.

Prima di riprendere il nostro viaggio attraverso la sessualità infantile vi riporto testualmente il Freud-pensiero. Un vero signore.

Continua a leggere

Senza Paragone

7 Agosto 2009, Gianluigi Paragone viene nominato vicedirettore di Raiuno. Il nome sinceramente non mi diceva niente. Ma non appena vedo una sua foto la mia mente si illumina. Ma sì. E’ lui.
Gianluigi Paragone
Continua a leggere

Italia 7 – Il televideo

Uno dei miei primi post è stato proprio su Italia 7 e i suoi meravigliosi film trash. In quel post feci cenno anche al suo fantasmagorico televideo “rosso sesso” che,  come aveva sagacemente osservato la nostra amata giraffina, si è mutato in “azzurro” per cause di forza maggiore (a Italia 7 si sanno tenere al passo coi tempi). Cambia il colore ma non la qualità. Qui vi propongo alcuni dei principali annunci che vi potete trovare, da pag. 500 in su sono tutti su questo stile. Attenzione che gli annunci NON sono per palati fini!

Continua a leggere

In nome di un dio minore.

La ragazza che vedete qui nella foto si chiama Simona Halep e come vedete ha una grossa peculiarità: è una campionessa di tennis. Appare evidente osservando il tipico gomito del tennista (se non ve ne siete accorti vuol dire che vi siete concentrati sul dettaglio sbagliato). Simona sta scalando le classifiche mondiali WTA ma ora è giunta ad un punto critico. Il suo sogno, quello di entrare nelle top 10 al mondo è ostacolato dalle poppe, infatti lei afferma “Questo seno influisce negativamente sulle mie performance, perché riduce la velocità dei miei spostamenti e non mi fa giocare bene“.

Ora ragazzi tenetevi forte perchè sto per darvi una di quelle notizie che ti danno un colpo al cuore: Simona ha deciso di ridursi il seno! In nome della propria carriera tennistica priva l’umanità di questo capolavoro della natura. Simona ha deciso di non tollerare più questo spoppamento continuo ad ogni colpo. Ma come si fa? Questi sono gli effetti del mondo perverso nel quale stiamo cadendo: la morale, la scala dei valori, il detto “grosso è bello”, non contano più niente. L’unica cosa importante è soddisfare la sete del proprio imperatore o del proprio dio. E il dio di Simona è il Tennis e ora le sta ordinando di sacrificare per Lui il proprio seno.

Mi ricorda tanto quando Dio ordinò ad Abramo di offrirGli in sacrificio il primogenito. Il dio minore e scellerato di Simona sta chiedendo qualcosa di ancora peggiore. Spero che al momento giusto anch’Egli spedirà un arcangelo sulla Terra a fermare la mano e il bisturi assassini.

Intanto noi facciamo qualcosa! Organizziamo un sit-in, una petizione, mettete banners nei vostri blogs, segnaliamo la notizia a Silvio (da sempre molto sensibile a questi argomenti) o facciamo uno sciopero della fame con Pannella. Io ci sto.

Per sensibilizzare la pubblica opinione sull’argomento, qui di seguito vi proponiamo anche una mini-galleria con le migliori inquadrature.

Continua a leggere